– News Generiche –

Revisioni di veicoli e rimorchi leggeri, arrivano dal MIT le prime indicazioni

Revisioni di veicoli e rimorchi leggeri, arrivano dal MIT le prime indicazioni

6 Novembre 2018

Tutto ciò vale per le revisioni effettuate dal 20 maggio scorso, infatti, prima di questa data, il MIT ha fatto sapere che non esiste una sequenza storica attendibile dei dati, in virtù del fatto che l’acquisizione del chilometraggio rientrava in una fase del tutto sperimentale. Per questo motivo, una volta a regime, gli ispettori della motorizzazione dovranno controllare l’attestato della precedente revisione per valutare eventuali incongruenze con i nuovi dati ricavati dalla lettura del contachilometri ed i precedenti, prima di inserirli nell’attestato stesso.

Per quanto concerne, invece, le riparazioni o le sostituzioni dei contachilometri eseguite dal 1 novembre scorso (data successiva alla circolare del MIT in oggetto), il proprietario del veicolo deve presentare, all’atto della revisione, una dichiarazione di installazione dell’apparecchio, effettuata a regola d’arte, rilasciata dall’officina che ha eseguito la riparazione/sostituzione, mentre per gli interventi eseguiti prima della data sopracitata sarà necessario acquisire una dichiarazione sostitutiva. Eventuali ulteriori fattispecie dovranno comunque essere giustificate adeguatamente dal proprietario del veicolo che rappresenta l’unico responsabile della tenuta corretta del contachilometri.

Nel momento della consegna dell’attestato l’ispettore della motorizzazione dovrà comunicare all’utente il dato chilometrico rilevato e poi farlo controfirmare per accettazione sulla domanda di revisione o sul modello TT2100.

Inoltre, ricordiamo che a partire dal prossimo 19 Novembre il proprietario del mezzo, assente durante lo svolgimento delle operazioni di revisione, dovrà finire una delega a controfirmare il dato chilometrico alla persona effettivamente presente, unitamente alle fotocopie dei documenti di identità.

Ricordiamo anche che, qualora l’inserimento del chilometraggio fosse errato, lo stesso potrà essere corretto in giornata senza aggravio di costi.

Infine, il Ministero nella nota ha evidenziato la validità degli attestati con la dicitura “scadenza da verificare presso UMC”, invitando gli utenti interessati a recarsi presso le Motorizzazioni per ottemperare a questa indicazione.

Qualora l’integrazione dei dati mancanti richiedesse lo svolgimento di una visita e prova del mezzo, per ragioni di semplificazione, le Motorizzazioni sono state invitate a concordare con gli interessati lo svolgimento degli accertamenti tecnici in concomitanza con la successiva revisione al fine di evitare un ulteriore aggravio di costi oltre a quello legato alla revisione obbligatoriamente da svolgere.

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© 2021 Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie