Skip to main content

News

Ministero dell’Interno: chiarimenti sull’applicazione della sanzione accessoria della confisca del veicolo nei casi di reiterazione o ripetizione dell’illecito

Ministero dell’Interno: chiarimenti sull’applicazione della sanzione accessoria della confisca del veicolo nei casi di reiterazione o ripetizione dell’illecito

9 Luglio 2024

Attraverso la circolare n. 300/STRAD/1/0000021131, il Ministero dell’Interno ha chiarito un quesito in merito all’applicazione della sanzione accessoria della confisca in presenza di recidiva della guida senza patente o con patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici o psichici, con particolare riferimento all’applicabilità in caso di ripetizione della violazione in un arco temporale superiore a due anni.

Nella suddetta circolare si evince che la sanzione accessoria della confisca consegue semplicemente alla “ripetizione” dell’illecito, non essendo richiesta la “reiterazione”. Tuttavia, le conseguenze che derivano dalla ripetizione dell’illecito e, che quindi determinano l’applicazione della confisca del veicolo, devono essere circoscritte al medesimo periodo di tempo.

Da ciò, ne deriva che la sanzione accessoria del fermo amministrativo troverà applicazione nell’ipotesi di guida senza patente o con patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici e psichici.

La confisca, invece, si potrà applicare solo quando l’illecito venga commesso nuovamente nei due anni prescindendo dal fatto che configuri una reiterazione o una recidiva.

Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura attenta della circolare e dell’Allegato 1 (scaricabile in basso).

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su