Skip to main content

News

Spese non documentate, il MEF annuncia l’incremento della dotazione finanziaria da destinare agli autotrasportatori

Spese non documentate, il MEF annuncia l’incremento della dotazione finanziaria da destinare agli autotrasportatori

14 Gennaio 2019

Ciò significa, quindi, che riguardo agli importi delle deduzioni forfetarie, per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto di terzi) la deduzione forfetaria di spese non documentate (articolo 66, comma 5, primo periodo, del TUIR), per il periodo d’imposta 2017, passa dai 38.00 euro, inizialmente previsti, a 51,00 euro. Tali deduzioni spettano anche a tutti quegli imprenditori che effettuano personalmente i trasporti all’interno del territorio comunale in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35% (33,15 euro) di quello riconosciuto per i medesimi trasporti effettuati oltre il territorio comunale.

Purtroppo, a causa del dilatarsi eccessivo dei tempi con cui il MEF ha emanato il comunicato (14 gennaio 2019), la maggiorazione delle deduzioni di 13,00 euro giornaliere potrà essere recuperata mediante una dichiarazione integrativa di quella già presentata per l’annualità 2017 ed il credito maturato potrà essere recuperato in sede di dichiarazione 2018.

In virtù di ciò, Assotir esprime comunque soddisfazione per la concretizzazione dell’impegno preso, lo scorso 6 dicembre, da parte del Governo sul tema delle deduzioni forfettarie dinanzi alle Associazioni dell’autotrasporto.

In allegato riportiamo anche il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate

comunicato stampa agenzia delle entrate deduzioni forfettarie

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su