News

RIMBORSO DELLE ACCISE: entro il 30 aprile le domande di rimborso per il I trimestre 2014

3 Aprile 2014

Com’è noto a seguito delle modifiche che l’art.61 del D.L. 24/01/2012, n.1 – convertito con modificazioni dalla legge 24/03/2012 n.27 – ha introdotto nel testo del D.P.R. 09/06/2000, n. 277, recante la disciplina dell’agevolazione fiscale a favore degli esercenti l’attività di autotrasporto, la dichiarazione utile alla fruizione del beneficio in oggetto deve essere presentata con periodicità trimestrale, entro il mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre solare.

Per questo l'Agenzia delle Dogane, con la nota RU 35204 del 37 marzo 2014, che alleghiamo alla news, informa che è stato predisposto e può essere scaricato, dal sito web dell'Agenzia, il software che permetterà agli aventi diritto di ottenere il rimborso della quota parte delle accise sul consumo totale di prodotti petroliferi per autotrazione utilizzati nel corso del IV trimestre del 2013.

Allo stesso indirizzo può essere scaricato il modello di domanda per la richiesta, da parte delle imprese di autotrasporto, del recupero delle accise sul gasolio consumato nel primo trimestre 2014 (gennaio/marzo), dai veicoli adibiti al trasporto merci di massa complessiva pari o superiore a 7,5 ton.

La nota ricorda che la dichiarazione necessaria alla fruizione dei benefici fiscali previsti dalla legislazione vigente dovrà essere presentata entro il 30 aprile 2014, anche se, come è noto, la mancata presentazione entro quella data della dichiarazione non pregiudica il diritto ad ottenere, anche successivamente, il beneficio, purché entro i due anni da quando la stessa avrebbe dovuto presentarsi e quindi, per il primo trimestre del 2014, entro il 31 aprile 2016.

In attuazione dell’art. 61, comma 4, del D.L. n. 1/2012, convertito con modificazioni dalla legge n. 27/2012, tenuto conto dei rimborsi riconosciuti in ragione dei precedenti aumenti dell’aliquota di accisa sul gasolio usato come carburante e dell’art.1, comma 2, della Determinazione direttoriale n. RU 145733 del 23/12/2013, a seguito dell’incremento dell’accisa da euro 617,40 ad euro 619,80 per mille litri di prodotto con decorrenza 1° marzo 2014, si evidenzia che la misura del beneficio riconoscibile è pari a:

  • 214,18609 per mille litri di prodotto, in relazione ai consumi effettuati tra il 1° gennaio e il 28 febbraio 2014;
  • 216,58609 per mille litri di prodotto, in relazione ai consumi effettuati tra il 1° e il 31 marzo 2014.

Hanno diritto al beneficio del rimborso delle accise:

• gli esercenti l’attività di autotrasporto merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate;

• gli enti pubblici e le imprese pubbliche locali esercenti l’attività di trasporto di cui al decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422, e relative leggi regionali di attuazione;

• le imprese esercenti autoservizi di competenza statale, regionale e locale di cui alla legge 28 settembre 1939, n. 1822, al regolamento (CEE) n. 684/92 del Consiglio, del 16 marzo 1992, e successive modificazioni, e al citato decreto legislativo n. 422 del 1997;

• gli enti pubblici e le imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico per trasporto di persone. Il diritto all’utilizzo del credito d’imposta, sorge automaticamente se, trascorsi 60 gg dal ricevimento, da parte dell’Ufficio delle Dogane, della dichiarazione l’Ufficio non esprime alcuna obiezione (silenzio/assenso) (art. 4.2 del D.P.R 277/2000).

Qualora l’Ufficio delle Dogane richiedesse ulteriori specificazioni, il credito sorgerà 60 giorni dopo il ricevimento degli elementi e della documentazione richiesti. Il credito potrà essere utilizzato in compensazione nel mod. F24 entro il 31 Dicembre 2015.

Il rimborso dell’eventuale eccedenza di credito, non utilizzata tramite compensazione entro il 31/12/2015, potrà essere chiesto, all’Ufficio delle Dogane competente, entro il 30 Giugno 2016

Il codice tributo da indicare sull’F24 è il 6740.

Il credito per le accise è compensabile anche se il totale dei crediti di imposta frutto delle agevolazioni concesse all’impresa, da indicare nel “Quadro RU” della dichiarazione dei redditi, superi il limite di 250.000 €. Non operano infatti le limitazioni previste dall’art. 1, comma 53, della legge n. 244/2007.

 

 

 

 

Allegato – 1 – La nota della Agenzia delle Dogane

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow