News

Rating di legalità. Per le impese virtuose in arrivo benefici e corsie preferenziali

15 Aprile 2014

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 Aprile 2014 è stato pubblicato il decreto n 57 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, datato 20 Febbraio 2014, che completa il quadro normativo necessario all’avvio del rating di legalità previsto dall’art. 5 ter del Decreto Legge 1/2012  così come convertito dalla Legge 27/2012.

Il Decreto Legge 1/2012 ha assegnato all’Autorità garante della concorrenza e del mercato il compito di elaborare un rating di legalità, per le imprese operanti in Italia con un fatturato minimo di due milioni di euro, da assegnare su richiesta di parte; il compito è stato assolto dall’Authority con il Regolamento del 14 Novembre 2012

Inoltre, sempre l’articolo 5 ter del D.L. ha previsto che questo rating rilevi sia per la concessione di finanziamenti da parte delle pubbliche amministrazioni che per l’accesso al credito bancario, nel rispetto delle modalità da stabilirsi con un decreto ministeriale.

Il Decreto 57/2014 indica ora tali modalità:

  1. In merito ai finanziamenti che fanno capo alle pubbliche amministrazioni (art.3 del decreto), il possesso del rating di legalità fa sì che l’impresa venga esonerata dal dover dichiarare una serie di requisiti, previsti dall’art. 2, comma 2 del Regolamento dell’Authority della concorrenza.

Si tratta di informazioni attinenti:

  • all’onorabilità di singoli soggetti dell’impresa (titolare della ditta individuale; amministratori, direttori tecnici, direttore generale e soci persone fisiche dell’impresa collettiva);
  • al rispetto delle norme poste a tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro;
  • al rispetto degli obblighi contributivi, retributivi, fiscali e assicurativi verso i propri dipendenti e collaboratori.
  1. Nei provvedimenti che prevedono interventi di sostegno pubblico con procedura automatica e negli appalti pubblici, le imprese con rating di legalità vengono premiate con almeno una delle seguenti modalità:

a) preferenza in graduatoria;

b) attribuzione di punteggio aggiuntivo;

c) riserva di quota delle risorse finanziarie allocate.

  1. Il rating di legalità rileva anche sul fronte dell’accesso al credito (art.4 del decreto).

Per le imprese che ne siano in possesso, infatti, le banche sono state chiamate ad introdurre delle “corsie preferenziali” sotto forma di:

  • riduzione dei tempi e dei costi dell’istruttoria;
  • utilizzo del rating tra le variabili per valutare il merito creditizio dell’impresa.
– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow