News

Manigrasso scrive a CONFTRASPORTO: urgente cambiare passo, e farlo cambiare ad UNATRAS, per tornare ad incalzare il Governo

5 Febbraio 2014

Sabato 1 febbraio, come annunciato sul nostro sito, si è tenuta la riunione del Consiglio Direttivo che , tra le altre cose, ha preso atto con soddisfazione del lavoro svolto per assicurare la presentazione della documentazione per l'accredito di T.I. ASSOTIR nel prossimo Comitato Centrale per l'Albo dell'Autotrasporto.

Si apre oggi, ha ricordato il Segretario Generale DONATI, una pagina nuova per la nostra Associazione, che finalmente potrà lasciarsi alle spalle questi anni di "traversata nel deserto" ed essere riconosciuta per quello che, con il sacrificio di tanti colleghi, essa ha sapuuto divenire;  a partire dal momento in cui, con l'unificazione di Transfrigoroute Italia e di Assotir, si è lanciata la sfida ad un mondo della rappresentanza sindacale dell'autotasporto che rischiava di perdersi in una sostanziale autoreferenzialità, facendo crescere sempre più il distacco con le esigenze e le aspettaive della categoria.

E propio da questa considerazione ha preso lo spunto Anna Vita MANIGRASSO, Presidente Nazionale dell'Associazione, per sottolineare come il rischio di una rottura tra imrese e loro rappresentanti non può essere mai dato per superato.

Tanto più se, come nelle ultime settimane, i maggiori componenti di UNATRAS si invischiano in polemiche inutili quanto, spsso, incomprensibili e sembrano rinunciare a quello che dovrebbe essere il loro primo e principale compito:

CHIEDERE CONTO AL GOVERNO DI COSA ABBIA FATTO PER RISPETTARE GLI IMPEGNI ASSUNTI CON LA FIRMA DEL PROTOCOLLO D'INTESA DEL NOVEMBRE SCORSO.

Occorre – e la Manigrasso lo ha ribadito nella lettera con cui si è rivolta ai Presidenti delle Associazioni che, con T.I. Assotir, fanno parte di CONFTRASPORTO, che publicamo in allegato – chiedere ad UNATRAS, quale rappresentanza unitaria del mondo dell'autotrasporto "un comportamento coerente con gli impegni sottoscritti e con la gravità della situazione".

Non è accettabile che il Governo continui a programmare appuntamenti che sistematicamente rinuncia a rispettare e che soprattutto  nulla si sappia di quei controlli sull'applicazione dei costi minimi di sicurezza e sul rispetto dei tempi di pagamento che costituivano la ragione prima e sostanziale che ha portato a rinunciare, almeno fino a questo momento, ad iniziative generali di mobilitazione.

E, a poche ore da una runione della presidenza di UNATRAS, programmata per il 5 febbraio, Anna Manigrasso sottolinea come "In questo quadro, sarebbe auspicabile un maggior coinvolgimento dell’Esecutivo ( e non soltanto della Presidenza) Unatras , possibilmente, anche attraverso un passaggio in sede Conftrasporto, per fare il punto della situazione ed individuare le iniziative da portare avanti nelle prossime settimane".

Sapremo rapidamente come siano state accolte, dalle altre Associazioni, la richiesta e lo sprone della Presidente Nazionale di T.I. ASSOTIR.

Che in ogni caso non rinuncerà, per quello che le compete, a operare per realizzare il masimo di iniziativa unitaria della categoria, per rendere finalmente concrete le indicazioni che, con il Protocollo d'intesa, si è incominciato a dare per cercare di far uscire l'autotrasporto italiano – e con esso il Paese – da una crisi che, nonostante quanto si va dicendo da più parti, non accenna a diminuire. 

Allegato – 1 – La lettera di Anna Vita Manigrasso ai Presidenti delle Associazioni di Conftrasporto

Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
  • Home
  • Notizie
  • News Generiche
  • Manigrasso scrive a CONFTRASPORTO: urgente cambiare passo, e farlo cambiare ad UNATRAS, per tornare ad incalzare il Governo
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie