– News Generiche –

Lotta al dumping sociale: Germania. Gli autotrasportatori della BGL per il mantenimento della norma sul salario minimo

Lotta al dumping sociale: Germania. Gli autotrasportatori della BGL per il mantenimento della norma sul salario minimo

21 Maggio 2015

Come è noto la Germania ha introdotto una nuova normativa antidumping che vuole consentire la verifica preventiva sul salario minimo garantito, prevedendo che chiunque lavori in quel Paese debba inderogabilmente percepire uno stipendio minimo di 8,50 lordi all’ora.

Successivamente la norma è stata mitigata escludendo dalla sua applicazione gli autisti che si limitavano a recarsi in Germania o a transitarvi nell’ambito di un trasporto internazionale.

Questo non è bastato alla UE, che, nei giorni scorsi ha avviato una procedura d’infrazione nei confronti della Germania sostenendo che occorresse verificare se e quanto le norme tedesche potessero conciliarsi con la normativa UE sulla libera circolazione delle merci e delle imprese in Europa.

L’associazione tedesca ribadisce ciò che nel settore è noto da tempo: che grazie alla diversa struttura retributiva e dei diversi regimi di protezione sociale vigenti nei Paesi della nuova Europa ( ma il ragionamento vale anche per un Paese come il Portogallo) le imprese dell’Est, utilizzando un costo del lavoro incredibilmente basso ed autisti che restano in viaggio per settimane e mesi, possono attuare tariffe di trasporto molto più competitive dei concorrenti occidentali.

In alcuni casi, gli autisti vengono portati in Germania e in altri Paesi con viaggi organizzati in autobus o voli low cost.

Il successo di questo modello in Germania è dimostrato dai dati di traffico registrati dal sistema di pedaggio telematico per i veicoli pesanti: circa il 40% del traffico sulle strade a pedaggio è svolto da vettori stranieri.

“Per attuare una concorrenza leale è necessario e ovvio almeno sottoporre i lavoratori non residenti che operano in Germania nei trasporti internazionali e interni ad alcune condizioni minime”, afferma una nota della BGL.

L’associazione non esclude che le complesse procedure istituite dalla Germania per far certificare agli autotrasportatori esteri il rispetto del salario minimo e l’applicazione del provvedimento anche i veicoli in solo transito, possano e debbano essere semplificate.

Secondo la BGL ritiene questi due ostacoli potranno essere superati, grazie alle tecnologie telematiche. Ma, ammonisce l’associazione, non bisogna estendere l’esenzione anche ai trasporti internazionali che hanno come partenza e destinazione la Germania, se non si vuole favorire il dumping sociale e se non si vuole mettere a repentaglio la stessa idea di un’Europa solidale e unitaria.

Alla questione sollevata dalla BGL ci permettiamo unicamente di aggiungere una ulteriore considerazione:

Contrasto al dumping sociale vuol dire anche combattere la piaga rappresentata da forme di distacco trasnazionale di manodopera che ancora oggi sfuggono alla pur penetrante disciplina tedesca, in quanto gli autisti, restano dipendenti di agenzie di lavoro interinale pur figurando al servizio di imprese tedesche ed operando su tratte nazionali.

Le imprese magari concederanno a questi autisti “in temporanea importazione” anche il “salario minimo”; ma lucrano sulla differenza contributiva che esiste tra chi sceglie di impiegare autisti distaccati, pagando i contributi nel loro Paese di residenza e chi invece sceglie di utilizzare autisti tedeschi, pagando loro i contributi in Germania. 

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
  • Home
  • Notizie
  • News Generiche
  • Lotta al dumping sociale: Germania. Gli autotrasportatori della BGL per il mantenimento della norma sul salario minimo
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© 2021 Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie