– News Generiche –

INPS: con la Circ. 52, dettate le istruzioni per la sospensione dei contributi

INPS: con la Circ. 52, dettate le istruzioni per la sospensione dei contributi

13 Aprile 2020

L’INPS, con la circolare n. 52 del 9 aprile 2020 ha emanato indicazioni ed istruzioni relative alle misure previste a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, con particolare riferimento agli interventi concernenti la sospensione degli adempimenti relativi ai contributi previdenziali e assistenziali e ai premi per l’assicurazione obbligatoria.

In particolare, l’INPS ha dato istruzioni relative alle misure previste dal Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 cd. “Cura Italia”, con particolare riferimento agli interventi concernenti la sospensione degli adempimenti di natura contributiva.

Evidenziamo di seguito i principali punti di interesse:

  • Sospensione dei versamenti contributivi

La circolare riporta quanto previsto dall’art. 61 del Decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020 cd. “Cura Italia” che ha stabilito che i destinatari della sospensione degli adempimenti e del versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali, siano i soggetti maggiormente colpiti dall’emergenza epidemiologica, tra cui alla lettera n) soggetti che gestiscono servizi di trasporto merci.

I contributi previdenziali ed assistenziali oggetto di sospensione sono quelli con scadenza legale di adempimento e di versamento nell’arco temporale dal 2 marzo 2020 al 30 aprile 2020.

Ai sensi dell’art. 62 del D.L. 18 per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso sono sospesi i versamenti relativi ai contributi previdenziali e assistenziali e ai premi per l’assicurazione obbligatoria che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2020.

Per entrambe le fattispecie nella sospensione sono ricompresi sia i versamenti relativi ai piani di rateazione concessi dall’Istituto sia le note di rettifica.

La sospensione contributiva è concessa ai soggetti previsti dagli articoli 61 e 62 del citato decreto-legge n. 18/2020, ivi compresa la quota a carico dei lavoratori.

  • Quote a carico dei lavoratori

Il datore di lavoro privato o il committente sono responsabili del versamento della quota a carico del lavoratore e, conseguentemente, nel caso in cui essi usufruiscano della sospensione contributiva, verrà sospesa sia la quota a loro carico sia quella a carico del lavoratore.

Deve intendersi sospeso anche il termine di tre mesi, decorrente dalla data di notifica, assegnato con gli atti di accertamento di violazione notificati prima dell’inizio dell’emergenza, ove il predetto termine sia interessato dalla sospensione disposta da una delle norme emergenziali.

  • Codici di autorizzazione

Alle aziende con dipendenti sarà attribuito il codice di autorizzazione “7L”, che assume il nuovo significato di “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. D.L. n. 9/2020, Art. 8 e D.L. n. 18/2020, Art. 61”.

  • Recupero dei contributi sospesi

Gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali, compresi quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori e dei premi per l’assicurazione obbligatoria sospesi, dovranno essere effettuati senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2020 o anche mediante rateizzazione, fino ad un massimo di cinque rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, a decorrere dal mese di maggio 2020.

Entro le stesse decorrenze dovranno essere versate in unica soluzione le rate sospese dei piani di ammortamento già emessi, la cui scadenza ricada nel periodo temporale interessato dalla sospensione.

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© 2021 Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie