– News Generiche –

Incentivi all’autotrasporto 2017, dal Ministero giungono i primi dati sulle domande presentate ed i contributi richiesti

Incentivi all’autotrasporto 2017, dal Ministero giungono i primi dati sulle domande presentate ed i contributi richiesti

19 Giugno 2018

Tipologia Investimento

Contributi richiesti

Stanziamento

Eccedenza

Probabile riduzione

         

Autoveicoli a trazione alternativa

13.699.300,00

10.500.000,00

130,47%

– 23%

Autoveicoli euro 6 con rottamazione

18.471.500,00

10.000.000,00

184,72%

– 46%

Rimorchi e S/R per intermodale

16.685.976,26

14.400.000,00

115,87%

– 13%

Gruppi di 8 casse mobili con 1 Portacasse

398.650,00

1.050.177,00

– 37,96

Nessuna

Totali

49.255.426,26

35.950.177,00

 

Si comunica, inoltre, che non essendo possibile alcuna rimodulazione tra i vari stanziamenti previsti dal decreto (vale a dire la possibilità di utilizzare gli avanzi delle risorse di una o più tipologie di  stanziamento per coprire gli eccessi di richieste provenienti da altre tipologie), ciascuna fattispecie di investimento subirà una riduzione del beneficio specifico previsto per la singola tipologia. (per esempio nel caso di acquisto di autoveicoli di classe ecologica euro 6 con radiazione per rottamazione, il contributo di 10.000 euro ipotizzato per gli automezzi di massa complessiva a pieno carico superiore alle 16 tonnellate si dovrebbe ridurre tra i 6.500 ed i 6.700 euro).

Tra le varie tipologie di contributi presenti nel decreto, solamente l’acquisto delle 8 casse mobili con un contenitore portacasse verrà erogato nella sua totalità così come previsto nel provvedimento e sarà pari 8.500 euro.

Va detto, in ogni caso, che questi dati sono il frutto di una prima fase dell’istruttoria che potrà subire modifiche e/o esclusioni di alcune istanze per carenza di requisiti o di documentazione comprovante l’effettuazione dell’investimento stesso.

I dati certi e finali si avranno solamente al termine dell’istruttoria per la quale non si profilano comunque tempi brevi.

Sul decreto investimenti 2016, invece, ricordiamo che dall’inizio del mese di giugno scorso sono iniziate le erogazione dei primi contributi in formula piena per le misure inerenti l’acquisto di nuovi veicoli a trazione alternativa, per i veicoli di classe ecologica euro 6 superiori alle 11,5 tonnellate con contestuale rottamazione di un autoveicolo di pari massa ed infine per il gruppo di acquisto di 8 casse mobili con il relativo portacasse.

Per quanto riguarda l’acquisto di rimorchi e semirimorchi per trasporto combinato comunichiamo che si andrà verso una riduzione del beneficio pari al 43-45% dal momento che, a fronte di una stanziamento inziale previsto in 9 milioni di euro, le domande presentate richiederebbero l’erogazione di contributi per oltre i 16 milioni.

La questione, invece, relativa all’acquisto di veicoli nuovi euro 6 con contestuale esportazione di veicoli extra-UE non è stata ancora risolta dal momento che il MIT ha presentato ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar del Lazio n.9624/2017 che annullava l’erogazione del beneficio per tale tipologia di contributo. Per l’eventuale erogazione di questa fattispecie bisognerà attendere un ulteriore slittamento dei tempi di pagamento.

Infine, per quel che riguarda gli investimenti 2018, si comunica che il relativo Decreto è stato già firmato dal precedente ministro dei trasporti Graziano Delrio e si trova al vaglio della Corte dei Conti, con uno stanziamento pari a 33,6 milioni di euro che, come per l’anno precedente, è stato così suddiviso:

  • 9,25 milioni di euro circa per l’acquisto di veicoli nuovi di fabbrica a trazione alternativa (metano CNG, LNG, ibridi ed elettrico);
  • 9,25 milioni di euro circa per gli acquisti di veicoli nuovi di fabbrica di categoria ecologica Euro 6 di massa complessiva a pieno carico superiore alle 11,5 tonnellate con contestuale radiazione per rottamazione di veicoli di pari massa;
  • 14 milioni di euro circa per l’acquisto di rimorchi e semirimorchi per il trasporto combinato marittimo e ferroviario;
  • 1 milioni di euro circa per i gruppi di 8 casse mobili con un portacasse.

In allegato riportiamo la tabella fornita dalla RAM (Rete Autostrade Mediterranee) responsabile della procedura di istruttoria degli investimenti dell’autotrasporto

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
  • Home
  • Notizie
  • News Generiche
  • Incentivi all’autotrasporto 2017, dal Ministero giungono i primi dati sulle domande presentate ed i contributi richiesti
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© 2021 Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie