– News Generiche –

Il 2 marzo entra in vigore il Reg. UE 165/2014 sul Tachigrafo digitale

Il 2 marzo entra in vigore il Reg. UE 165/2014 sul Tachigrafo digitale

26 Febbraio 2016

Il prossimo 2 marzo 2016 saranno efficaci tutte le disposizioni contenute nel Regolamento UE/ 165/2014 sul tachigrafo digitale, formalmente entrato in vigore il 1 marzo 2014, che ha integrato e corretto, in alcune parti, il Regolamento 561 del 2006 sui tempi di guida e di riposo degli autisti ed ha mandato in pensione il vecchissimo Regolamento 3821 del 1985 relativo all’apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada.

Alcune disposizioni del Regolamento  –  in  particolare,  l’art.  24 (Autorizzazioni di installatori, officine e costruttori del veicolo), l’art. 34 (Utilizzo delle carte del conducente e dei fogli di registrazione) e l’art. 45 (Modifica del regolamento (CE) n. 561/2006) – erano peraltro già entrate in vigore – a tutti gli effetti – lo scorso 2 marzo 2015

Tra le novità di maggior rilievo delle disposizioni che entrano in vigore a giorni, segnaliamo le seguenti:

1. TACHIGRAFI INTELLIGENTI

  1. Sarà introdotta una nuova generazione di tachigrafi intelligenti, collegati ad un servizio di posizionamento basato su un sistema di navigazione satellitare, caratterizzati da sistemi che ne garantiranno l’inviolabilità. Questo permetterà una tracciatura del percorso dei veicoli e, conseguentemente, dell’attività svolta da chi ne è alla guida.
  2. Tali dispositivi saranno montati sui veicoli immatricolati per la prima volta 36 mesi dopo l’entrata in vigore delle norme di dettaglio approvate dalla Commissione UE.
  3. I nuovi tachigrafi consentiranno alle autorità preposte di selezionare i controlli su strada concentrandoli su veicoli che presentano determinate anomalie.

2. FORMAZIONE DEGLI AUTISTI

  1. L’art. 33 del nuovo Regolamento impone alle imprese di garantire ai propri conducenti “formazione e istruzioni adeguate” sul buon funzionamento dei tachigrafi, di effettuare controlli periodici per assicurare un utilizzo corretto del dispositivo e di non fornire agli autisti incentivi che possano incoraggiare ad un uso improprio dei tachigrafi.
  2. Peraltro, il paragrafo 3 dello stesso articolo, dopo aver ribadito la responsabilità dell’impresa per le infrazioni del regolamento commesse dai conducenti, dispone che gli Stati membri possano esonerare le imprese da tale responsabilità laddove abbiano correttamente adempiuto agli obblighi formativi ed informativi in materia di tempi di guida e di riposo e di tachigrafo.

Non c’è granché di nuovo, in questo, posto che già il Regolamento (CE) n. 561/2006, prevede che le imprese debbano fornire ai propri conducenti le opportune istruzioni ed effettuare controlli regolari per garantire il rispetto delle norme in materia di tachigrafo e di tempi di guida e di riposo, e che gli Stati membri possano subordinare la responsabilità delle imprese per le violazioni commesse dai conducenti all’infrazione degli obblighi previsti dall’art. 10 di tale ultimo Regolamento.

Il punto è che questa disposizione finora non è mai stata attuata e UNATRAS ha chiesto formalmente al Ministro di attuarla, al fine di garantire alle Imprese virtuose di non dover pagare per colpe non loro.

3.CONTROLLO A DISTANZA

Le forze di polizia potranno verificare il rispetto dei tempi di guida e di riposo esaminando i fogli di registrazione, i dati visualizzati, stampati o anche scaricati che sono stati registrati dal tachigrafo o tramite la carta del conducente.

4.CARTA DEL CONDUCENTE PROVVISORIA

L’art. 26 del Regolamento introduce la possibilità per gli Stati membri, in casi debitamente giustificati ed eccezionali, di rilasciare una carta del conducente temporanea e non rinnovabile valida per un massimo di 185 giorni, a un conducente che non ha la sua residenza abituale in uno Stato membro, a condizione che l’autista abbia un regolare rapporto di lavoro con un’impresa stabilita nello Stato membro di rilascio.

 

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© 2021 Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie