– News Generiche –

FRANCIA: in Gazzetta Ufficiale la Legge contro la concorrenza sleale e i falsi distacchi di manodopera

FRANCIA: in Gazzetta Ufficiale la Legge contro la concorrenza sleale e i falsi distacchi di manodopera

12 Luglio 2014

 

Come annunciato nei giorni scorsi, il Parlamento francese ha approvato la Legge volta a ”lottare contro la concorrenza sociale sleale”.

La legge 790/2014  è stata pubblicata sulla G.U. francese n.159 dell’11 luglio 2014 e in allegato potrete leggerne il testo.

Come preannunciato, la Legge si occupa anche della concorrenza sleale nell’autotrasporto e con l’art.15 si impegna a perseguire i comportamenti che alterano la concorrenza leale ea sanzionare le figure sociali che ne sono i diretti responsabili.

Ma la parte più interessante della Legge sta nel fatto che, contro i comportamenti scorretti posti in essere da qualche imprenditore, soprattutto sul terreno del falso “distacco” intracomunitario di manodopera, oggi non soltanto i sindacati dei lavoratori, ma anche le Associazioni delle imprese dell’autotrasporto potranno scendere in campo.

La legge infatti riconosce loro i diritti delle “parti civili” anche se l’azione non è stata ancora intrapresa dalla magistratura o dalla parte lesa.

Ciò significa che l’autotrasporto onesto ha oggi un’arma in più, in Francia, per lottare contro chi cerca di alterare le regole del mercato e ottenere, con la frode e lo sfruttamento, di mettere fuori gioco chi cerca di affermare la propria azienda grazie alla qualità e riconoscendo i valori incomprimibili della sicurezza e della legalità.

Ma vediamo nel dettaglio, ancora una volta, cosa c’è nella nuova Legge francese:

  • responsabilità solidale del datore di lavoro, che verrà perseguito per le frodi conseguenti ad un sub-appalto con ricorso a lavoratori “falsamente” distaccati;
  • estensione ai veicoli di massa massima inferiore a 3,5 ton di tutte le regole europee sul cabotaggio già in vigore per l’autotrasporto pesante;
  • divieto per l’autista di trascorrere il riposo settimanale regolare a bordo del veicolo;
  • L’impresa ha l’obbligo di organizzare il lavoro del conducente vigilando che il riposo settimanale regolare sia preso fuori dal veicolo. In caso contrario  il legale rappresentante dell’impresa di autotrasporto subirà un’ammenda di 30.000 euro ed un anno di reclusione ove sia provato che abbia organizzato il servizio senza consentire all’autista di rispettare il predetto divieto.;
  • la stessa ammenda di 30.000 euro e l’arresto fino ad un anno del legale rappresentante dell’impresa, è prevista anche nel caso in cui l’autista venga retribuito “a cottimo”, cioè in base alla distanza percorsa o al volume di merci trasportate.

La legge francese riprende, sulla specifica questione della lotta al falso distacco intracomunitario, le proposte contenute nella proposta di Direttiva – di cui pure abbiamo già dato informazione ai nostri lettori – che il Parlamento europeo ha approvato nelle ultime sedute prima del suo scioglimento e che il nuovo Parlamento e la nuova Commissione dovranno ora portare a compimento.

I contenuti più rilevanti di tale accordo – e quindi della Legge francese – sono i seguenti:

a) dichiarazione preventiva dei distacchi all'ufficio del lavoro, che deve essere allegata al registro del personale;

b) obbligo di designazione di un rappresentante dell'impresa distaccante;

c)   sanzione pecuniaria da 2.000 a 4.000 euro, in caso di reiterazione in un anno per violazioni alle norme sociali sui lavoratori distaccati, con un massimo di 10.000 euro;

d) responsabilità dell'utilizzatore in caso di alloggio collettivo incompatibile con la dignità umana;

e)   pubblicazione delle violazioni e dei relativi responsabili per 2 anni ed interdizione dell’impresa da tutte le agevolazioni e contributi per 5 anni;

f)    possibilità per le organizzazioni sindacali di adire il giudice a favore del lavoratore, anche senza mandato dell’interessato;

g) possibilità per le Associazioni e per i sindacati dei lavoratori – i cui statuti prevedano la rappresentanza di imprese e lavoratori – di esercitare i diritti riconosciuti alle parti civili anche se l’azione non è stata ancora intrapresa dalla magistratura o dalla parte lesa.

Allegato – 1 – la legge 790/2014, da oggi in vigore in Francia

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
  • Home
  • Notizie
  • News Generiche
  • FRANCIA: in Gazzetta Ufficiale la Legge contro la concorrenza sleale e i falsi distacchi di manodopera
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© 2021 Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow | Privacy Policy | Dichiarazione dei cookie