News

CCNL: con uno specifico protocollo d’intesa, le Associazioni artigiane sottoscrivono il rinnovo del 01/08/13

6 Gennaio 2014

Il 18 dicembre scorso, le rappresentanze delle Associazioni datoriali artigiane dell’autotrasporto – CNA/FITA, CONFARTIGIANATO TRASPORTI, CASARTIGIANI e CLAAI – hanno sottoscritto con FILT–CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI-UIL un protocollo d’intesa con cui si intende integralmente sottoscritto l’accordo di rinnovo del 1° agosto 2013 del CCNL Autotrasporto merci,Logistica e Spedizioni.

Il 18 dicembre scorso, le rappresentanze delle Associazioni datoriali artigiane dell’autotrasporto – CNA/FITA, CONFARTIGIANATO TRASPORTI, CASARTIGIANI e CLAAI – hanno sottoscritto con FILT–CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI-UIL un protocollo d’intesa con cui si intende integralmente sottoscritto l’accordo di rinnovo del 1° agosto 2013 del CCNL Autotrasporto merci,Logistica e Spedizioni.

Nella premessa all’accordo si specifica che “Le parti ritengono indispensabile promuovere nel breve termine e per la fase di crisi – che, nelle previsioni continuerà a produrre i suoi effetti anche nel corso del 2014 – e soprattutto nei confronti del comparto artigiano, iniziative volte ad affermare. politiche contrattuali di sostegno all’occupazione ed alla riorganizzazione delle imprese del settore, evitando il fenomeno depressivo dovuto alla chiusura di migliaia di attività e alla perdita di numerosi posti di lavoro, con le immaginabili conseguenze in termini di costi economici e sociali.

Coerentemente con quanto affermato, le parti individuano quale obiettivo prioritario la difesa delle attività produttive e dei livelli occupazionali, per evitare che la crisi determini un pericoloso deterioramento del patrimonio professionale”.

Il protocollo esalta la contrattazione di secondo livello:le parti ritengono necessario che la contrattazione di secondo livello, anche a fronte di criticità derivanti dalla situazione di crisi (quali ad esempio: rischio chiusura imprese, riduzione dell’orario di lavoro a fronte di un calo delle commesse, esuberi, forte presenza di fenomeni che favoriscono lo svilupparsi della concorrenza sleale, ecc.) e nel caso di avvio di nuove attività imprenditoriali, anche in forma aggregata, dovrà intervenire al fine consentire che la normativa prevista dal CCNL Autotrasporto merci divenga uno strumento confacente alle esigenze di flessibilità delle imprese, anche al fine di favorire la ripresa del settore”.

Al fine di fornire alle imprese, strumenti utili per una maggiore flessibilità dell’orario di lavoro e per poter meglio rispondere ai picchi e flessi di attività, le organizzazioni sindacali si sono rese disponibili a prevedere – tramite la sottoscrizione di specifici accordi – l’individuazione di diverse modulazioni del contratto a termine, dell’utilizzo del part-time, dei contratti stagionali e per lo start-up d’impresa:

a)    Prevedere che le norme in materia di contratto a termine per quanto riguarda i picchi produttivi, la stagionalità, lo start-up, gli intervalli temporali così come previsto dalla normativa vigente, siano concordate a livello territoriale secondo le esigenze del tessuto produttivo.

b)    Prevedere una disciplina del contratto di lavoro part-time che possa consentire ai lavoratori nuove opportunità occupazionali e alle imprese di far fronte ad esigenze imprevedibili di mercato, anche con una diversa durata della prestazione rispetto a quanto previsto dal CCNL.

c)    Al fine di tutelare l’attività produttiva e l’occupazione nei momenti di gravi crisi aziendali potranno essere stipulate intese sperimentali e temporanee atte a favorire la ripresa

d)    Al fine di affrontare situazioni di crisi aziendale prevedere la possibilità che il monte ore accantonato (es. banca ore) e le giornate di ferie residue possano essere utilizzate, anche in modo collettivo, al fine di evitare le sospensioni dell’attività lavorativa.

Secondo l’interpretazione data all’intesa da alcune delle Associazioni artigiane, il precedente punto c) del protocollo, si interpreta nel senso che sarà possibile stipulare intese sperimentali atte a favorire la ripresa economica, quali, ad esempio, la possibilità di corrispondere mensilmente i ratei di tredicesima e quattordicesima, nonché quella di posticipare l’erogazione dei prossimi incrementi salariali.

Interessante è quanto si afferma, nel protocollo, a proposito del caldissimo tema del cabotaggio intracomunitario: “L’attuale eccesso di offerta dei servizi di cabotaggio ha causato gravi perturbazioni nel mercato nazionale dei trasporti e ha raggiunto in determinate zone geografiche del paese livelli insopportabili. Consapevoli della tragica situazione, le parti chiedono l’applicazione delle misure di salvaguardia a tutela del mercato da parte del Governo nazionale. Pertanto le part unitariamente chiedono, al fine di evitare il disequilibrio sociale e finanziario che possa pregiudicare sopravvivenza di molte imprese di trasporto, di giungere alla sospensione del cabotaggio nelle zone colpite dalla crisi per la durata di sei mesi; secondo le procedure di cui al regolamento CE n. 1072/2009 e Reg. n. 3118/93/CEE”.

L’intesa conferma poi che per le imprese dell’autotrasporto aderenti alle organizzazioni datoriali CNA, Confartigianato Casartigiani e Claai gli strumenti di bilateralità – Enti Bilaterali e Assistenza Sanitaria SAN.ARTI.- sono quelli previsti dagli accordi interconfederali nazionali dell’artigianato e non quelli  previsti dal CCNL di settore (EBILOG e SANILOG).

I n relazione a ciò le parti hanno convenuto un ulteriore periodo transitorio, per poter definire tempistiche e modalità per la completa attuazione della bilateralità. 

È stato infine stabilito che le parti si incontreranno a livello nazionale per una prima analisi dello stato di attuazione della presente intesa e dei suoi conseguenti effetti entro il 30 giugno 2014.

 

Allegato – 1 – Il protocollo d’intesa tra OO.SS. e Associazioni artigiane dell’autotrasporto

– Articoli Correlati –
Che cos’è il Sistema Assotir

Assotir mette al tuo servizio un sistema di servizi e strumenti volti a garantire risposte efficaci e immediate alle esigenze legali, di gestione aziendale, tecniche e di formazione proprie di ogni azienda nel settore dell’autotrasporto.

Entra nel Sistema Assotir e beneficia di un’assistenza completa.

Iscriviti all’area riservata
Per essere aggiornato sulle ultime normative e ricevere le nostre newsletter.
Iscriviti
  • Home
  • Notizie
  • News Generiche
  • CCNL: con uno specifico protocollo d’intesa, le Associazioni artigiane sottoscrivono il rinnovo del 01/08/13
Torna su
Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma
Telefono +39 06 72 21 815
Fax +39 06 72 960 490
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi

Redazione e contenuti portale web:
M. Sarrecchia
A. Manzi

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00 al seguente numero:

© Assotir | P.IVA 01430150746. All Rights Reserved.
Sito realizzato da Thinknow