raccolta latte FILEminimizerLa sezione della Polizia Stradale di Milano ha fornito chiarimenti riguardo all’ipotesi di esenzione dell’uso del cronotachigrafo prevista per i veicoli impiegati nella raccolta del latte secondo quanto previsto dal Decreto Ministeriale 20 giugno 20017, in applicazione dell'art.13, lett.I del Regolamento 561/06 che prevede una serie di esenzioni a particolari tipologie di trasporto attuabili nel nostro Paese.

Più nello specifico la Sezione della Polizia Stradale di Milano ha chiarito che, per poter usufruire della deroga prevista dal Regolamento sopracitato, è necessario conservare su ogni veicolo, destinato alla raccolta dei contenitori del latte o di prodotti lattieri per l’alimentazione animale, le seguenti informazioni accompagnate da idonea documentazione volta a comprovare:

  • la destinazione o la provenienza da una fattura;
  • la descrizione della merce trasportata;
  • l’impiego del prodotto per uso zootecnico.

Tali informazioni possono essere inserite nel documento di trasporto previsto dalla attuale normativa e redatto sia ai fini fiscali che amministrativi.

Il chiarimento della Sezione, inoltre, stabilisce che non possono astenersi dall’uso del cronotachigrafo i veicoli impiegati per il trasferimento dei contenitori del latte o prodotti lattieri, destinati all’alimentazione animale, da un sito/deposito ad un altro perché non rientranti nella definizione di fattoria.

In ogni caso, i conducenti impegnati in questo tipo di attività di trasporto sono comunque soggetti alle tutele imposte dalla Direttiva CE 2002/15 (recepita in Italia con D.Lgs 234/2007) inerente gli orari di lavoro e di riposo.