trasporto eccezionale diciamoLa Regione Lombardia ha attivato la piattaforma online “Trasporti Eccezionali” con l’obiettivo di semplificare le procedure autorizzative di rilascio delle autorizzazioni per la circolazione di veicoli eccezionali e trasporti in condizione di eccezionalità, nonché delle macchine operatrici eccezionali e delle macchine agricole eccezionali sulla rete stradale regionale.

Un analogo servizio è già operativo in Veneto (città metropolitana di Venezia e Veneto strade), Emilia-Romagna (tutte le Province) e Friuli Venezia Giulia (per le strade gestite dalla Regione); per maggiori ragguagli su questo aspetto, si rinvia alla consultazione della pagina http://trasportoeccezionale.net/enti-partecipanti/.

La presenza di cartografie/elenchi strade pubblicate dalle Province interessate dal transito eccezionale, non sostituisce l’autorizzazione ma soltanto il nulla osta/parere che l’ente autorizzante deve altrimenti acquisire. Ovviamente, a condizione che il trasporto sia compatibile con le caratteristiche delle strade riportate nei documenti predetti, altrimenti il rilascio del nulla osta diventa indispensabile.

Attualmente la piattaforma lombarda è attiva per la Città Metropolitana di Milano le province di Como, Brescia, Lodi, Mantova, Monza e Brianza e Varese.

La Legge regionale lombarda n.6/2012 (art. 42 – comma 6 bis) stabilisce che gli enti proprietari delle strade debbano redigere e pubblicare sul proprio sito istituzionale le cartografie o gli elenchi delle strade della rete viaria di competenza, percorribili dai veicoli eccezionali e dai trasporti in condizione di eccezionalità, nonché dalle macchine operatrici eccezionali e macchine agricole eccezionali.

Dalla data di pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente proprietario, le cartografie o gli elenchi strade sostituiscono i nullaosta/pareri rilasciati dagli enti proprietari delle strade per quei veicoli/trasporti eccezionali rientranti nelle fattispecie autorizzabili sulla base delle cartografie o elenchi strade pubblicati. 

Con l’operatività della piattaforma “Trasporti Eccezionali”, l’intero procedimento si svolge esclusivamente in via informatica.  L’istanza finalizzata all'ottenimento dell’autorizzazione deve pertanto essere presentata dall'operatore alla Provincia o Città Metropolitana attraverso la piattaforma. 

L’utilizzo del servizio richiede la preventiva abilitazione dell’utente (Azienda, Ente, associazione di categoria, ecc..), il quale deve compilare on line il modulo di registrazione disponibile sul sito https://www.teonline.servizirl.it, da indirizzare a uno degli Enti dove è attiva la piattaforma.

Peraltro, la registrazione presso una qualsiasi delle Province comprese nel circuito della piattaforma è valida per tutte le altre (anche se di Regioni differenti), per cui non va ripetuta.

La richiesta di rilascio dell’autorizzazione al T.E. è presentata on line alla Città Metropolitana di Milano o alla Provincia in cui ha sede l’azienda/operatore o a una delle Province interessate dal transito.

Il servizio è accessibile sempre dal link https://www.teonline.servizirl.it.-.

Nei limiti della rete stradale regionale, l’autorizzazione è unica e ha valore per l’intero itinerario o area specificamente indicati.

Infine, per veicoli/trasporti di massa superiore alle 108 ton, possono essere richieste soltanto autorizzazioni singole o multiple.