home   meteo   link   contatti   log in

 Immagine copertina Martedi 26 Giugno 2012
PEDAGGI AUTOSTRADALI: l'Albo approva le riduzioni per il 2010 e per il 2011.

Il Comitato Centrale per l’Albo nazionale dell’Autotrasporto, nella riunione del 20/06/2012, ha approvato le delibere 08, 09 e 10/2012 - che presentiamo in allegato - riguardanti le riduzioni compensate per i pedaggi autostradali pagati nel 2010 e nel 2011 dalle imprese di autotrasporto italiane e comunitarie o dai loro raggruppamenti, oltre che la destinazione di oltre 6,5 milioni di euro alle iniziatve per la sicurezza stradale e il controllo sulla regolartà della circolazione dei veicoli pesanti.
La domanda per il 2011 va presentata, a pena di esclusione dal diritto alla riduzione, a partire dalle ore 9.00 di Lunedì 2 luglio e fino alle ore 14.00 di Venerdì 3 agosto 2012.

Ci sono immagini o file associati a questa scheda.
Per vederli clicca qui

Il Comitato Centrale per l’Albo nazionale dell’Autotrasporto, nella riunione del 20 giugno 2012, ha approvato le delibere 08, 09 e 10/2012 - che presentiamo in allegato - riguardanti le riduzioni compensate per i pedaggi autostradali pagati nel 2010 e nel 2011 dalle imprese di autotrasporto italiane e comunitarie o dai loro raggruppamenti, oltre che la destinazione di oltre 6,5 milioni di euro alle iniziatve per la sicurezza stradale e il controllo sulla regolartà della circolazione dei veicoli pesanti.

Pedaggi 2010

In particolare, per gli sconti relativi ai transiti 2010, per i quali è stata definitivamente approvata la destinazione della somma di 98 milioni di euro, il Comitato centrale, visto l’elenco degli oltre 400 beneficiari ammessi al contributo, tra imprese, cooperative e consorzi ha deliberato di distribuire, nei prossimi mesi, a titolo di acconto,  le seguenti percentuali di riduzione compensata

 

Fatturato realizzato in pedaggi 2010

% di riduzione compensata

accordato a titolo di acconto

Da € 51.646 a € 206.583

2,30 %

Da € 206.583 a € 516.457

3,46 %

Da € 516.457 a € 1.032.914

4,61 %

Da € 1.032.914 a € 2.582.284

5,76 %

Oltre € 2.582.284

6,92 %

 

Queste riduzioni saranno suscettibili di aumento se – come negli scorsi due anni – Governo e Parlamento stanzieranno ulteriori fondi a sostegno dell’autotrasporto

Ripartizione dei fondi 2011

Il Comitato Centrale ha innanzi tutto preso atto che, dei fondi complessivamente disponibili sull’apposito capitolo di spesa – pari a € 120.640.817,57 – ben € 60.000.000,00 sono da destinare ad integrazione dei fondi necessari a pagare le riduzioni compensate dei pedaggi per gli anni 2008 e 2009.

A disposizione degli interventi per la riduzione dei pedaggi autostradali 2011 e per gli interventi a favore della sicurezza stradale, sono perciò disponibili, allo stato dei fatti, € 60.640.817,57.

Le iniziative per la sicurezza della circolazione dei veicoli pesanti

Non meno del 10% della somma sopra indicata – e quindi oltre 6,5 milioni di euro - sarà utilizzata per iniziative ed interventi in materia di sicurezza della circolazione e di controlli dei mezzi pesanti, secondo quanto previsto dal Protocollo di intesa sottoscritto il 27 dicembre 2010 dal Comitato Centrale e dal Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al fine di rendere strutturale l’attività di contrasto all’abusivismo e di controllo sulla sicurezza e la regolarità della circolazione dei veicoli pesanti svolta sul territorio.

Si tratta, in particolare, per il C.C. dell’Albo di:

  • intervenire nelle fasi di controllo al fine di fornire, nell’ambito delle attività programmate dal Dipartimento ministeriale e dal Servizio di Polizia Stradale, supporti tecnici per l’ulteriore specializzazione del controllo;
  • proseguire nelle iniziative di formazione ed aggiornamento professionale degli operatori dello stesso Dipartimento e delle Forze di Polizia, allo scopo di conseguire un’ulteriore intensificazione e specializzazione dei controlli, con particolare riguardo alle verifiche sulle imprese estere;
  • provvedere agli oneri derivanti dal contratto per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei Centri Mobili di Revisione;
  • proseguire la contribuzione al finanziamento sia di organismi costituiti in ambito comunitario, aventi l’obiettivo di ottimizzare l’attività di controllo sull’autotrasporto di merci, sia di studi promossi da organismi internazionali cui partecipa il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, in materia di sicurezza e regolazione del traffico dei mezzi pesanti attraverso i valichi alpini o che comunque interessino le problematiche dell’attraversamento delle Alpi;
  • provvedere una contribuzione per le attività e per la realizzazione delle iniziative in materia di autotrasporto sviluppate dalla Consulta Nazionale per la Sicurezza Stradale istituita presso il CNEL sulla base dell’Accordo di collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • utilizzare le rimanenti risorse per la promozione di iniziative volte a diffondere i principi della sicurezza, nonché per ulteriori interventi per la sicurezza della circolazione e la protezione ambientale, attivando in particolare le procedure per la realizzazione di aree di sosta attrezzate.

I fondi per la riduzione dei pedaggi 2011

Il C.C. ha deciso - sulla base delle considerazioni sin qui riassunte - di destinare,  provvisoriamente, l’importo di € 54.576.735,81 - pari al 90% delle risorse disponibili per gli interventi relativi all’anno 2011  - alle riduzioni dei pedaggi autostradali pagati nell’anno 2011 dalle imprese italiane e comunitarie di autotrasporto, nonché per la definizione di eventuali contenziosi connessi alle procedure di erogazione dei rimborsi.

Ciò avverrà, come sempre, attraverso la stipula di apposite convenzioni con le società che gestiscono le infrastrutture autostradali e, in particolare, con la società del Gruppo autostrade che gestisce lo strumento di pagamento elettronico TELEPASS.

Riduzioni sui pedaggi 2011 e presentazione delle domande

L’entità massima teorica delle riduzioni

Sempre nella seduta del 20 giugno è stata approvata la delibera 10/2012 che prevede le modalità e i  termini per la presentazione delle domande da parte delle imprese, cooperative e consorzi, per l’ottenimento degli sconti sui pedaggi relativi ai transiti autostradali effettuati con autoveicoli di categoria Euro 2, Euro 3, Euro 4 o superiori, appartenenti alle classi B, 3, 4 e 5, nello scorso anno 2011.

Il Comitato Centrale ha innanzi tutto provveduto a fissare, nel rispetto dei limiti indicati dalla U.E. e delle somme destinate a tal fine, le percentuali di sconto teoriche che saranno riconosciute agli aventi diritto.

L’entità dello sconto è, come sempre, commisurata al volume dell’ammontare annuo di pedaggi pagati dall’impresa, cooperativa o consorzio, co secondo gli importi dei nuovi scaglioni come indicato nella tabella sottostante.

Ricordiamo che un fatturato in pedaggi inferiore a 100.000 euro non dà diritto ad alcun rimborso.

La convenienza dell’associazionismo tra imprese

Le imprese di autotrasporto per conto di terzi, tuttavia,  vedono premiato – com’è giusto che sia in un mercato di cui ci si lamenta, un giorno sì e l’altro pure, dell’eccessiva polverizzazione -  il criterio dell’associazionismo.

Infatti proprio l’elevato limite di fatturato in pedaggi necessario (che renderebbe pressoché impossibile l’ottenimento della riduzione per la stragrande maggioranza delle imprese italiane) ed il carattere progressivo delle percentuali di riduzione compensata, rendono estremamente conveniente, per le imprese, ad associarsi in Consorzi o Cooperative, che invece possono far valere l’intero fatturato realizzato collettivamente dalle imprese in tali raggruppamenti associate.

E’ quanto le imprese di TRANSFRIGOROUTE ITALIA ASSOTIR possono fare con il CON.S.A.T. -  Consorzio Servizi Al Trasporto, la struttura consortile di acquisto collettivo di servizi per le imprese di autotrasporto partner di T.I. ASSOTIR.

 

Ammontare annuo

fatturato in pedaggi

Percentuale teorica

massima di riduzione

Da € 100.000 a € 300.000

4,33%

Da € 300.001 a € 800.000

6,50%

Da € 800.001 a € 1.500.000

8,67%

Da € 1.500.001 a € 3.500.000

10,83%

Oltre € 3.500.000

13%

 

I premi per la salvaguardia dell’ambiente

La riduzione compensata peraltro potrà lievitare a seconda se i veicoli con cui è stato realizzato il transito autostradale siano più o meno dotati di motore “pulito”.

Infatti il fatturato totale annuo figurativo  su cui applicare la riduzione realizzato da ciascun soggetto avente titolo alla riduzione, sarà alla fine determinato moltiplicando il fatturato effettivamente pagato da un singolo veicolo, per i seguenti moltiplicatori:

  • 1 per i veicoli Euro 2;
  • 1,5 per i veicoli Euro 3;
  • 1,75 per i veicoli Euro 4 e Euro 5.

Le maggiorazioni per i transiti autostradali “notturni”

I pedaggi autostradali sono soggetti ad una ulteriore riduzione compensata del 10%, a partire dal 1° gennaio 2011 fino al 31 dicembre 2011, commisurata al volume del fatturato annuale in pedaggi effettuati nelle ore notturne, con ingresso in autostrada dopo le ore 22,00 ed entro le ore 02,00, ovvero uscita dopo le ore 02,00 e prima delle ore 06,00.

Tale ulteriore riduzione spetta alle imprese, alle cooperative, ai consorzi ed alle società consortili che, con i transiti direttamente effettuati ovvero, nel caso di consorzi e cooperative, realizzati dai veicoli delle aziende associate, abbiano realizzato in queste fasce orarie almeno il 10% del fatturato complessivo in pedaggi 2011.

Qualora, tuttavia, il raggruppamento (cooperativa a proprietà divisa, consorzio, società consortile) non soddisfi tale condizione, le singole imprese ad esso aderenti che abbiano comunque realizzato almeno il 10% del proprio fatturato nelle sopracitate ore notturne, possono beneficiare dell'ulteriore riduzione compensata, purché il raggruppamento fornisca i dati necessari per l'elaborazione dei pedaggi notturni di queste imprese.

Come e quando presentare la domanda

Come negli anni precedenti, la domanda per le riduzioni compensate va presentata esclusivamente in via telematica, sul sito dell’Albo Autotrasportatori che dispone, allo scopo, di uno specifico software.

Quest’anno la domanda va presentata, a pena di esclusione dal diritto alla riduzione, a partire dalle ore 9.00 di Lunedì 2 luglio e fino alle ore 14.00 di Venerdì 3 agosto 2012.

Ovviamente, nel caso di cooperative a proprietà divisa, consorzi o società consortili che siano direttamente titolari del rapporto con le società concessionarie per conto dei propri associati, saranno questi raggruppamenti a dover presentare la domanda corredandola della documentazione relativa alle imprese socie ed ai veicoli nelle loro disponibilità.

Consigliamo tutti gli interessati di leggere con attenzione estrema la Delibera 10/2012 o di rivolgersi, per informazioni, al CON.S.A.T. -  Consorzio Servizi Al Trasporto, ai seguenti recapiti:

 

 

File associato alla scheda - 000_20120626_4fe97594153e7..pdf
Delibera 08/2012 - Rideterminazione delle riduzioni per l'anno 2010

File associato alla scheda - 000_20120626_4fe975be96265..pdf
Delibera 09/2012 - Ripartizione delle risorse disponibiuli per il 2011

File associato alla scheda - 000_20120626_4fe976246f939..pdf
Delibera 10/2012 - Entità massima teorica delle rduzioni dei pedaggi 2011 e modalità di presentazione delle domande

 
Inserimento commento  

Copiare le lettere sovrastanti:

I commenti senza nome dell'autore o senza indirizzo di e-mail valido non verranno presi in considerazione.

Autore del commento:

E-mail:

Commento:

 
assotir CON.S.A.T. transfo service SEGEA



TRANSFRIGOROUTE ITALIA ASSOTIR
Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma • Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 • P.IVA/C.F. 9705920585
Openroma: grafica, pubblicità, web design, multimedia