Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Inail, scattato dal 12 Ottobre l’obbligo per il datore di lavoro di denunciare gli infortuni sul...

    Martedì, 17 Ottobre 2017 17:16
  • Nuova legge Sabatini, il MISE risponde ad un quesito relativo agli acquisti di beni preceduti dal...

    Martedì, 17 Ottobre 2017 16:14
  • Authority dei trasporti, Unatras scrive al Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni

    Martedì, 17 Ottobre 2017 15:41
  • CQC scadute da oltre due anni, il MIT fornisce alcuni chiarimenti

    Martedì, 17 Ottobre 2017 13:24
  • Riposo settimanale ordinario in cabina, in Gran Bretagna scattano le multe dal 1° Novembre per chi...

    Martedì, 17 Ottobre 2017 12:54
  • Ferrobonus, il MIT proroga il termine di presentazione delle istanze fino al 20 ottobre 2017

    Giovedì, 12 Ottobre 2017 12:22

Responsabili tecnici trasporto rifiuti: pubblicati i quesiti e le prime date per gli esami iniziali di verifica

on . Postato in News

Albo Gestori ambientali logoSul sito dell’Albo nazionale dei gestori ambientali (www.albonazionalegestoriambientali.it) sono stati pubblicati tutti i quesiti per le verifiche iniziali, che i nuovi Responsabili tecnici (RT) delle imprese del settore dovranno superare per potere svolgere detta funzione a partire dal 16 ottobre 2017 (data di entrata in vigore del nuovo sistema di qualifica degli RT, in base al D.M. Ambiente 120/2014 e alle delibere del Comitato Nazionale n.6 e n. 7, del 30 maggio 2017. 

I quesiti pubblicati (in totale 4.027) si articolano:

  • in un modulo generale riguardante la legislazione sui rifiuti italiana ed europea, il quadro generale della normativa nazionale ambientale, il quadro delle responsabilità del responsabile tecnico, i compiti e gli adempimenti dell’Albo gestori, la sicurezza sul lavoro – elementi pertinenti; e le certificazioni ambientali –Emas, ISO ed Ecolabel. Detto modulo consta di 1.018 quiz, dai quali verranno tratti i 40 sottoposti al candidato e
  • nei seguenti 4 moduli specialistici, tra cui il candidato sceglierà quello che vorrà sostenere come sua specializzazione:
    • TRASPORTI: con 820 quiz relativi alla normativa dell’autotrasporto, alle norme generali sull’albo ed il trasporto dei rifiuti, alla gestione dei rifiuti urbani, alla normativa sulla circolazione dei veicoli, a quella sulle merci pericolose (ADR) ed ai comportamenti in caso di incidente, da cui saranno tratti i 40 sottoposti durante la prova;
    • INTERMEDIAZIONE E COMMERCIO, con 612 quiz (definizioni e responsabilità; adempimenti specifici, spedizioni transfrontaliere, definizione trasporto intermodale e cenni di diritto commerciale);
    • BONIFICA SITI CONTENTI AMIANTO: con 763 quiz (progettazione della bonifica, tecniche d’intervento di bonifica e di stoccaggio dei rifiuti, nonché tecniche di prevenzione e messa in sicurezza della bonifica);
    • BONIFICA DEI BENI CONTENENTI AMIANTO: con 814 quiz (principale normativa sulla cessione dell’amianto, la progettazione della bonifica e la redazione dell’amianto, le tecniche di intervento per la bonifica dei beni, lo stoccaggio dell’amianto, l’igiene e la sicurezza nella manipolazione dell’amianto e la responsabilità ed i compiti di direzione delle attività di gestione).    

Da questo corpo di quiz verranno tratti gli 80 quesiti costituenti la verifica iniziale, che verrà sottoposta al candidato.

Nel caso di verifica per RT trasporti, 40 quiz (dai 1.018) per il modulo obbligatorio e 40 quiz (dagli 820) per il modulo trasporti.

La prova viene superata se il candidato ottiene almeno 32 punti al modulo obbligatorio e 34 a quello sui trasporti, con l’avvertenza che se a ogni risposta esatta corrisponde ad 1 punto e zero in caso di risposta omessa, il caso di risposta errata viene penalizzato con un punteggio di – 0,5, in modo da disincentivare i candidati a fornire risposte “a caso”.

Si fa infine notare che, con la delibera n. 7 del Comitato Nazionale, sono state già previste le date e le sedi delle prime verifiche iniziali per i nuovi RT (indicate in tabella) e che queste riguardano solo coloro che alla data del 16 ottobre 2017 non ricoprono la carica di RT in alcuna impresa. 

Tutti coloro che già oggi sono inseriti come Responsabili Tecnici di imprese regolarmente iscritte all’albo gestori possono invece continuare a svolgere la loro attività per altri cinque anni (cioè sino al 16 ottobre 2022) è ciò anche per altre imprese iscritte o che si iscrivono all’albo nella stessa categoria e classe dell’impresa in cui attualmente figura il RT o di classe inferiore a quella (cfr. disposizione transitoria di cui all’art. 3 della delibera n. 6/2017 del Comitato nazionale albo gestori).

Decorso detto quinquennio, anche gli attuali RT dovranno sottoporsi ad una verifica (di aggiornamento) per continuare ad operare (queste verifiche inizieranno solo a gennaio 2021).

 

Calendario delle prime verifiche iniziali per Responsabile Tecnico
 

Sezione regionale sede della verifica

Data di svolgimento

VENETO

19 dicembre 2017

CAMPANIA

9 gennaio 2018

SARDEGNA

17 gennaio 2018

LOMBARDIA

24 gennaio 2018

SICILIA

31 gennaio 2018

LAZIO

7 febbraio 2018

PIEMONTE

14 febbraio 2018

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Anagnina Service, parte il prossimo 18 novembre un nuovo corso sull'utilizzo corretto del Cronotachigrafo

anagninaAnagnina Service S.r.l., Autoscuola e Società di consulenza automobilistica facente, parte del SISTEMA ASSOTIR, organizza corsi di formazione per il corretto utilizzo del Cronotachigrafo Analogico e Digitale.

Leggi tutto...

Traghetti Blufferies, dal 2 ottobre attivi i nuovi orari

b1f819bcdba918e13c304a85851c2d17Dal 2 ottobre scorso l’esercizio delle navi Bluferries segue il nuovo orario disponibile in allegato. 

Leggi tutto...

Anagnina Service, condizioni vantaggiose per le attestazioni di capacità finanziaria

anagnina

 

Anagnina Service S.r.l., Autoscuola e Società di consulenza automobilistica facente parte del SISTEMA ASSOTIR, attraverso i propri partner assicurativi permette l'ottenimento delle attestazioni di capacità finanziaria.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Assotir Isernia ai Comuni della Provincia: “per sistemare le strade utilizzate i soldi delle multe fatte con gli autovelox”

ASSOTIR LOGO 2017Assotir di Isernia, da sempre dubbiosa sull’effettiva utilità degli autovelox, insieme ad altre associazioni che si propongono, nello specifico, di tutelare gli automobilisti e più in generale chi viaggia su strada, ha chiesto ai comuni di Macchia d’Isernia, Sesto Campano, Castelpetroso, Rionero Sannitico, Forlì del Sannio, Rocchetta a Volturno e Fornelli di prendere visione della relazione che annualmente deve essere inviata al Ministero dell’Interno e dei Trasporti, al fine di rendere più trasparenti le modalità attraverso le quali vengono investiti i soldi ricavati dalle multe realizzate con gli autovelox.

Leggi tutto...

Assotir incontra gli autotrasportatori a San Vitaliano per l’apertura della nuova sede dell'area di Napoli nord-est

ASSOTIR LOGO 2017Si svolgerà domenica 5 novembre alle ore 10,00, presso il centro collaudi di San Vitaliano (NA), l’assemblea costitutiva della Sede dell'area di Napoli nord-est di Assotir.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us